Cerca nel blog

lunedì 22 ottobre 2012

Spaghetti con le cozze

Oggi menù di mare, spaghetti con le cozze e frittura di calamari. Questa è la prima ricetta, tra pochi istanti segue la seconda :-). Cosa dire di questo classico della cucina italiana? Questa è una ricetta che avevo già provato e vi assicuro che è un successo assicurato! Provare per credere ;-).




INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
- Aglio 1 spicchio
- Cozze 1,5 kg
- Olio evo 7 cucchiai
- Pepe nero q.b.
- Passata di pomodoro 350 g
- Pomodoro fresco 1
- Prezzemolo tritato q.b.
- Spaghetti 400 g



PROCEDIMENTO

Iniziate con la pulizia delle cozze. Togliete il bisso (il filamento che fuoriesce dalle cozze) e raschiate la superficie sotto l'acqua con una retina.




Mettete due cucchiai d'olio in una grossa pentola sul fuoco alto, metteteci dentro le cozze e coprite. Fatele cuocere circa due minuti per farle aprire e poi scolatele in modo da tenere la loro acqua.



Sgusciate le cozze, tenendone da parte qualcuna col guscio per decorare i piatti.



Adesso preparate il sugo. Mettete in una padella larga cinque cucchiai d'olio, l'aglio tritato e un po' di prezzemolo. Aggiungete anche una manciatina di cozze per insaporire e fate soffriggere. Poi aggiungete la passata di pomodoro e coprite con un coperchio. Non appena sobbolle, aggiungete un po' alla volta l'acqua delle cozze, che sarà la salatura del sugo. Quindi assaggiate di volta in volta per non salarlo troppo. Coprite e fate cuocere a fuoco medio.




Mettete la pentola con l'acqua, aspettate che bolla, poi salate e lessate gli spaghetti. Intanto, tagliate il pomodoro fresco a cubetti.




A metà cottura degli spaghetti aggiungete tutte le cozze al sugo (sia quelle col guscio che senza), fate cuocere per altri 3 minuti e poi scolate gli spaghetti. Buttateli direttamente nella padella col sugo, aggiungendo il pomodoro e (se volete) altro prezzemolo. Fate cuocere per un altro minuto.



Dopodichè impiattate con una generosa spolverata di pepe nero. :-)


2 commenti:

  1. ci vuole pazienza per preparare questo piatto, pulire le cozze poi!! lo mangerei adesso, un forte abbraccio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, pulire le cozze è la parte più noisa... :-)

      Elimina