Cerca nel blog

mercoledì 24 aprile 2013

Lievito Madre


 Bene, dopo molta pazienza e molti rinfreschi, finalmente posso postare la mia creatura, il lievito madre! E sì, so che tante di voi già ne producono a chili, ma io sono emozionata, è il mio primo lievito madre e ne vado orgogliosissima! Quindi ne è valsa la pena aspettare tutti questi giorni. Poi il primo tentativo mi è riuscito bene, quindi sono soddisfattissima! Era da tanto che volevo cimentarmi, poi la decisione di provare il pane fatto in casa mi ha dato la convinzione per farlo.E infatti oggi ho sfornato le mie prime pagnotte ehhehe. Devo dire che fare il pane è una cosa che ti dà una soddisfazione unica, non so bene il perchè,ma...vabbè, ne parlerò nel prossimo post. :-) Poi vorrei approfittarne per parlare di una differenza che ho appreso proprio in questa occasione: quella tra farina 0 e farina manitoba. Io credevo fosse la stessa cosa, invece la farina manitoba è una farina 0 semplicemente più ricca di glutine, che favorisce la lievitazione. E quindi, è ovviamente azzeccata per questo utilizzo. Bene, ecco come ho fatto e baci a tutte. :-)







INGREDIENTI


- Farina manitoba 250g + q.b. per spianatoia e rinfreschi
- Yogurt magro 250ml
- Acqua a temperatura ambiente q.b. per i rinfreschi


PROCEDIMENTO

Iniziamo con l'impasto base, mescolando la farina allo yogurt. Impastiamo fino ad ottenere una pallina liscia e morbida ma non appiccicosa (aggiungiamo un po' di farina se necessario). Poniamola in una ciotola, incidiamo una croce sulla sua superficie e facciamo lievitare 48 ore coperta con pellicola (sulla quale faremo dei buchi con uno stuzzicadenti, per far passare un po' d'aria), nel forno spento con luce accesa.






Dopo 48 ore, dovremmo ottenere un impasto simile a questo (se presenta delle macchioline o puzza di acido, è da buttare..l'odore deve essere leggermente acido ma dolce):





A questo punto eseguiamo il primo rinfresco: togliamo dall'impasto la parte più superficiale e dura perchè a contatto con l'aria(la crosticina insomma). Preleviamo dal cuore del lievito 200g di impasto, pesandolo su una bilancia (il resto va buttato).


 Aggiungiamo 200g di farina manitoba e 100g di acqua a temperatura ambiente (andateci piano con l'acqua, può essere un po' meno o un po' di più) ed impastiamo su una spianatoia leggermente infarinata fino ad ottenere un impasto liscio, morbido, ma non appiccicoso.





Poniamo l'impasto ottenuto in un contenitore di vetro stretto e lungo, schiacciamo l'impasto verso il basso per livellarlo, copriamo con pellicola ed effettuiamo i soliti buchi per far passare l'aria. Facciamo lievitare a temperatura ambiente.


Aspettiamo 24 ore. Dovremo rifare la stessa operazione ogni giorno per 14 giorni, usando lo stesso contenitore lavato solo con acqua calda. Il lievito dovrebbe crescere ad ogni rinfresco. Controlliamo sempre l'odore, qualora il lievito puzzasse di acido o non dovesse crescere, significherebbe che è morto e va buttato.





Il quindicesimo giorno, effettuiamo l'ultimo rinfresco, sempre con lo stesso procedimento.



Se in 4 ore il lievito triplica il suo volume, significa che è pronto per essere utilizzato. Conserveremo il nostro lievito madre in frigo, sempre chiuso con pellicola, effettuando un rinfresco alla settimana (per esempio con 300g di lievito, 300g di farina manitoba e 150ml di acqua).


11 commenti:

  1. Bravissima Stefy!!!! Complimenti per la pazienza che direi ti ha ripagata alla grande...aspetto di vedere come la utilizzerai :-D
    A presto <3
    la zia Consu

    RispondiElimina
  2. bravissima! Vedrai quante soddisfazioni ti darà!!
    baci

    RispondiElimina
  3. brava.... visto l'arrivo del caldo e della bella stazione lo farò pure io a breve ;) incrociamo le dita! ciaoz

    RispondiElimina
  4. Complimenti quanto si è raddoppiato cosa ci preparerai di buono? :)
    http://mieleevaniglia.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosalba, un bel pane cafone napoletano. :-)

      Elimina
  5. Bravissima!Ci proverò.Ma come ti regoli per gli impasti tipo per fare la pizza o una focaccia?Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, io solitamente seguo delle ricette, comunque generalmente il suo peso deve essere pari al 30% del peso complessivo degli ingredienti della ricetta.
      Quindi se voglio fare 500g di pasta per pizza, userò 150g di lievito madre e 350g tra farina, olio o strutto, sale ecc. :-)

      Elimina
    2. Correggo, bisogna fare il 30% del resto degli ingredienti... Quindi 100g di lievito madre e 350 fra tutto il resto.. Spero sia abbastanza chiaro.. Pardon :-)

      Elimina
  6. Complimenti, sei stata bravissima!! E adesso aspettiamo il pane cafone :)
    Ciao un bacio:)
    Sandra

    RispondiElimina
  7. ciao, anche io oggi ho fatto la mia prima pasta madre ed è nel forno che aspetta di crescere, ma non ho messo lo yogurt ho seguito un'altra ricetta. se non dovesse venirmi copio la tua . grazie

    RispondiElimina